Andrea Bassani

Nella industry dei diritti televisivi e delle produzioni sportive oramai da oltre 35 anni, Andrea Bassani è davvero un veterano del settore, e la sua specialità, oltre che grande hobby,  è sempre stata la pallacanestro.

Formatosi alla scuola di Aldo Giordani come giovane reporter dagli Stati Uniti (viaggiava gratis avanti e indietro dall’America grazie a papà Ettore, dirigente della TWA), comincia poi a toccare con mano le meraviglie del mondo della TV occupandosi di basket (italiano e NBA) ed altri sport americani alla EDB dei fratelli Bogarelli, embrione primordiale di Media Partners prima e di Infront poi.

Dopo la gavetta produttiva dietro le quinte, passa anche di fronte alla telecamera e per la sua rapidità e conoscenza dell’inglese si guadagna il soprannome di “flying man”, l’uomo volante, coniato da Dan Peterson, suo partner per oltre 200 telecronache su Italia 1 e Koper.

Con gli anni ’90 arriva poi a Tele+2 (varie cariche fino a direttore di rete), Omnitel (capo delle partnership commerciali di Omnitel 2000) e Lega Basket (direttore generale).

Nell’estate del 2000 inizia la grande avventura con Euroleague Basketball che lo porta a vivere a Barcellona e a viaggiare in giro per l’Europa per ben 17 anni (come Chief TV & New Media Officer), contribuendo in maniera determinante a lanciare e consolidare una delle grandi property del mondo dello sport.

Rientrato in Italia da poco, ricopre ora la carica di Media Manager per Euroleague Ventures (la joint ventures fra IMG Media e Euroleague Basketball) e si divide fra Milano, Londra e i campi di gioco, sia quelli delle gare delle coppe europee sia quelli che ancora calca dando sfogo alla sua inesauribile passione.

Ripartisce equamente massicce dosi di amore fra la moglie Alessandra e la figlia Bianca, oltre che alla mammetta e alla famiglia del fratello Cesare, e se avanza qualcosa lo dedica al Bologna calcio.